Stampa Bruna X


 


FIGLIA ITALIANA. DI PABLO PICASSO, PROTAGONISTA DI UN CANTO ISPIRATO DALLA SOFFERTA MANCANZA DELL'AMORE PATERNO.

Le sculture di Bruna X rappresentano la luna e il sole, ma potrebbero
essere interpretate come divinita' alle cui sfere di luce ella tende ad ele-
vare la memoria del padre in estremo atto d'amore.
La poesia qui riportata ci da I'esatta misura del disperato desiderio del
I'Autrice di ritrovare I'amore paterno; amore che tanto le manco' duran-
te la vita, ma che ora nel mistero della morte, il padre evoca con accenti
accorati di perdono, affinche il suo spirito possa raggiungere in liberta
la luce divina
.

  Bruna X Arte Moderna Italiana  

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.



CANTO A PABLO PICASSO
(Milano, 15 Ottobre 1975)

Ragazzo...
Ragazzo ascoltami
sono PABLO PICASSO
Vengo ad affidare a te
il rnio mcssaggio d'amore
Amore grido fra le bianche
bandiere del perdono
a tutti i ragazzi
del mondo...
Fra le Vostre anime
getlo il mio seme d'attesa
Ragazzo...
Ragazzo placami
non senti tu che le ultime note
si sciolgono negli occhi
di ogni nuovo giorno
Ed all'ora gioiosa
che lascia la notte
affido immergendo il mio canto
nel tuo giovane cuore.
Sfoglia i miei antichi ricordi
Condannami se ho sbagliato

Ragazzo...
Ragazzo liberami
perdonami per tutto quello che non detti
ora che la mia anima
giace nella morte
•tu, che attraverso la VITA,
ammiri il mio piccolo PIERROT
il simbolo dei miei figli...
cui non riconobbi
Un'amara tromba suona
fra il canto della mia Arte
Ragazzo...
Ragazzo credimi...
il permesso di stare con te
sta terminando
ed io devo librarmi nel cielo
Tu portatore d'AMORE
richiudi le piaghe che grondano sangue...
dal cuore dei miei figli
offrimi il loro perdono
nel grembo della PACE
per il riscatto della mia presunzione
Ragazzo...
Ragazzo riscattami
fa che io npn precipiti ancora
nell'oblio di un rifiuto
II male che seminai
lo immergo nel perdono del mondo
che mi conobbe come grande artista
ma come piccolo UOMO
Togli tu con pinze spiritual!
1'e fitte spine che sono confitte
nella mia anima...
Ragazzo...
Ragazzo innalzami
sono prigioniero della. terra
spezza queste catene material!
rendimi libero di volare
sulla scia della luce DIVINA...
con il mio SPIRITO
nell'umano perdono d'AMORE
Tu che hai ascoltato
la mia preghiera
nella zappa dei tuoi giorni
Ragazzo il momento e giunto
hai vangato la mia antica terra
ridonandomi il seme nel riscatto
[dell'UOMO
ADDIO figli miei
ADDIO ragazzo
ARRIVEDERCI UMANITA'.


Due Liriche di Bruna X

Prima aurora

E' qui che I'aria
affonda radici
in mistici pensieri
di felice ritomo
E' qui...
...e la parola dolce
sorge
all'alba di ogni amore
.

Tu dunque
portami lontano
alla tua fonte
— o amore —
perche voglio a'ffacciare
a quelle acque pure
la mia immagine
che ricorda la mia vita
opaca...
...e staccare
i miei residui primordiali
dal fondo delle mie vene.

Oh!
poter lanciare
in cielo
le mie originaii impurita'
la'
tra le bianche sponde
delle stelle
nella sfera che mi ha dato
il seme dell'eterna vita!

Nel cuore ormai puro
racchiudo la bianca visione
e nella notte
felice
io accendo fuochi muiticolori
a cento
a mille
per sdraiarmi
a le accanto
— o amore —
per coprire poi
il tuo nudo corpo
con un manto di felicita
nell'ora della mia
prima aurora.

Preghiera

Pittore
che con commossa poesia
dell'anima irrequiela
e ardita
s!iori con leggero pennello
le tele
dei tuoi sogni proibiti.
ti prego
solo per una volta
dipingimi la felicita.

"LA CAPITALE"
PROFILO DI UNA ARTISTA: BRUNA X


La pittura di Bruna X, che risolve visivamente
molte immagini, riecheggia alle melodie
dei oennelli modern! maggiormente
validi e rimane personalissima neil'argomento
cosmico attraversata sempre da sofferenze
interiori di spazio e di tempo.
II colore che questa giovane artista italiana
usa nell'aspetto formale, richiama
tutto il c!ima del « satellite grigio» esplodendo
qua e la a volte in mezzi toni quasi
timorosi di voler creare» qualcosa
di terrestre laddove il cosmo e' incontrastato
sovrano. I bianchi, per contrapposizione
ai neri mai usati, segnano la tappa
piu luminosa della pittura di Bruna X che
vuole lasciare temporaneamente il tecnologico
figurativo — suo attuale punto di
arrivo — per superarlo nello spaziale assolutamente
bianco, quasi a completare
quanto di ultramodlerno e di avveniristico
I'uomo si sforza di comporre. attraverso
la liberazione delle linee delle costruzioni
di oggi o tramite i candidi arredamentii
delle proprie dimore.

L'Artista, con attenta maestria e squisito
equilibrio. richiama spontaneamente i
motivi dell'eternita' e dell' amore che riesce
tanto bene a chiamare a raccolta improntando
tutta l'opera: nella pittura troviamo
il consesguente completamento dei motivi
predominant] del volume ogni qual volta
ci si accorge dei blu carichi in vece dei
neri cosmici o ci si abbandona benevolmente
ai grigi, nelle loro diverse tonalita'.
dimentichi delle origini plebee di queste
tinte.

Tutta l'opera illustrativa richiama
i n o l t r e un neosimbolismo figurativo che.
scevro da ogni tinta tradizilonale. compone
con il marrone e il verde quella tavolozza
che dobbiamo dire, «esclusiva » di
questa pittrice che raccoglie tutte le forze
artisliche attorno al proprio sentimento
di introduzione all'Arte nuova. Nessuna ricercatezza
nel colore dlelle fonti tanto care
ai Cinquecentisti, ma essenzialita' purissima
nelle strutture della pittura neoclassica
improntata in un presente che velocissimamente
fugge e sfugge alla piu attenta
critica cronologica in ogni suo aspetlo
tradizionale di ente puro inteso come
essenza filosofica.

Bruna X in ogni tela estrinseca la migliore propria tangente
sia cromatica che strutturale e, quando I'attenta critica crede
di intravvedere l'aspetto

« informale », tanto usato oggi da artisti detti
poi « manieristici ». allora ha l'obbligo di
comprendere prima per dire poi, che ogni
sforzo pittorico di questa Artista. lascia
trasparire limpido tutto Io sforzo dell'uomo
di questa era con ogni propria opera
che spazia oltre i confini di questo globo
e raggiunge, forse per volere divino. anche
i pianeti del nostro sistema solare.

II discorso critico, basato essenzialmente
su una estetica moderna, deve obbligato--
riamente sfociare in un- vettore-forza che
proietta tutta la cromatica cli Bruna X in
un punto di incontro che richiama (e cio'
e' suo personalissimo merito) le regie piu
attente della cinematografia di oggi, dove
talvolta si odono muti colloqui fra pubblico
e macchina da presa, silenti alfabeti
fra espertissimi operatori e attenti critici
di Venezia o di Cannes. Dunque: quale piu'
grande merito per una valente Artista
che (oltre ad esprimersi in campo pitto-
rico. canta attraverso il legno e la pietra
ogni proprio momento scultoreo) ricsce a
fondere tanto bene e tanto uniformemente
le piu giovani arti. come cinema e televisione,
pittura e scultura, arte figurativa in
cementi armati e creazioni cli monili in
onice o marmo?
La completezza, quindi di Bruna X forse
e' la primaria ragione di ogni suo suc~
cesso ell'augurio piu' completo le ragggiunga
attraverso Ie colonne del nostro giornale'.

di OSVALDO AMOROSINO
La Capitale, Via Francesco Salata, 18 Roma -Tel. 274.040.

La Capitale Bruna X    

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.



Bruna X, la figlia italiana di Pablo Picasso, piltrice
di grande vigore, ha ereditato dal padre una eccezionale
potenza di espressione. (La Notte)

La condizione umana e intellettuale che sottende ill
avoro piu recente di Bruna X, si evidenzia nella continua
e minuziosa trascrizione e rielaborazione di
«forme» e di sorgenti luminose impreviste e imprevedibili,
atte a proporre e verificare — ail'interno di sempre
nuove tessiture grafiche e di sempre nuovi nessi logici
e sintattici —, la qualita' della materia, nel senso della
sua eccezione piu preziosa e stimolante: il colore. E
il colore, infatti, nelle dense trame della Bruna X, ha
ragioni particolari di estensione e di volume: si che le
sue campitute di verde e di blu, di rosa e di giallo,
di grigio e di marrone, di rosso e di arancione, sembrano
rincorrersi e respingersi, nello stesso tempo, dando
luogo ad un contesto di interventi intellettivi razionali
intesi a garantire, in ogni frangente, una non occasionale
integrazione tra forma e spazio, tra il campo
operativo e le «tensioni» (liriche e ideologiche, ad
esempio) ruotanti in esso.
Di qui, dunque, il riflesso di un'intimita' inquieta,
dl una ragione ansiosa, di una istanza volta ad accordare
i tre tempi del vivere (ieri, oggi e domani): una
singolare ricerca espressiva, in altre parole, che si
affida al valore e al senso dei procedimenti di sintesi
e alla vitalita', insopprimibile, di precise relazioni tonali
che diventano, di opera in opera, il duttile strumento
di equilibrio, lo schermo — meglio — entro
cui captare e registrare i trasalimenti e le metamorfosi
di un ampio entroterra popolato di memorie e di emozioni,
di scopette e di passioni. Ed e' un'operazione,
questa, che la prova e riprova con la ferma determinazione
di chi, percorrendo uno scomodo sentiero in
salita, scopre mano a mano nuove prospettive, allarga
sempre piu la sua visuale.
Bruna X in realta e una artista d'avanguardia, ed
e' creatrice dell'arte figurativa tecnologica in fase fantastica
proiettata verso il futuro,
G. L. Serra

.



Bruna X scultice di talento

Bruna X le firme

Scultura Bruna X

.

GLI ARTISTI
di cui si parla
BRUNA X
Fotografia 1)- II Poeta GIOVANNI BINNI, autore del volume
«Quando i galli cantano», insieme alia pittrice
e scultrice BRUNA X, che del volume curera
le illustrazioni, mostrano la bandiera americana
donata all'autore da un gruppo di connazionali
da anni stabiliti in America
Fotografia 2)- BRUNA X, pittrice e scultrice, mostra al poeta
Giovanni Binni una sua opera recente
 
 
Di Bruna X, pittrice e scultrice di grande
talento, si stanno interessando, specie in questi
ultimi tempi, i critici e la stampa non solamente
italiani.
Cio e dovuto al fatto che sta suscitando
notevole interesse I'uscita del libro di liriche
« ...Quando i galli cantano », dello scrittore
Giovanni Binni, edito dalla Europress ed illustrato,
appunto, da Bruna X.

Nella copertina di detto volume siamo in
grado di anticipare, figurera' un quadro che la
Artista cedera al Presidente degli Stati Uniti
d'America Richard Nixon, allorquando I'edizione
verra' presentata nella sede dell'Ambasciata
americana a Roma, in occasione di una mostra
personale di Bruna X, comprendente esclusivamente
le opere che faranno parte integrante
del volume « ...Ouando i galli cantano ».

Sulla validita' e la notorieta' di questa bella,
oltre che brava Artista, sono state scritte pagine
e pagine di favorevole critica. D'altro
canto non poteva essere altrimenti: al cinema
«Antares» di Roma, figurano dieci sue sculture,
a Fregene, nella «Villa Nicoletta», si
possono ammirare quattro grandi pannelli in
cemento armato, dei quali hanno fatto anche
cartoline. Nel film « II grande colpo dei 7 uomini
d'oro » dieci sculture di Bruna X fanno
parte della scenografia. Inoltre sue opere
sono state ammirate in TV (caroselli televisivi)
ed alla Fiera di Roma (inaugurata dal Ministro
Tanassi).
Contrariamente a quello che per tante donne
e un mezzo di successo, per Bruna X I'avvenenza
fisica, il fascino indiscusso, sono un
freno... per motivi facilmente intuibili, che
contrastano con la serieta che I'Arte, intesa
nel senso vero della parola, richiede.
Rientrata recentemente da un soggiorno in
America per motivi artistici, soggiorno protrattosi
per ben quattro mesi, Bruna X attualmente
e' irreperibile per I'impegno con cui si dedica
al compimento delle sue opere, cosi' tanto impegnative.

Il successo piu' pieno, comunque, siamo certi che arridera' sia al volume Quando I Galli Cantano, che alle opere che lo illustrano, nonn foss'altro perche' entrambi gli Artisti ad una preparazione tecnico-culturale e' accoppiata una volonta' di riuscire ad ogni costo,
degna delle migliori tradizioni.
 
...E « Teleuropa » si associa con quanti, amici
ed estimatori, porgono a Bruna X ed a Giovanni
Binni gli auguri per uno strepitoso sue
cesso.

When The Roosters Crow Bruna X

BOOK REVIEW
Chant to the moon in space-age book

WHEN THE ROOSTERS CROW . . ., poetry by Giovanni Binni, illustrations of paintings by Bruna X,

9.12 pages. Preface and translation by Judith Horne.
Printed by Tipolitografia DAPCO, Rome.
" . . . when the roosters crow . . . " is a space age dual book (poetry and art) which is being published
this week. The poet. Giovanni Binni, :has been writing in his native Italia for more than 15 years. Bruna X. the painter, is well-known not only in Italy but throughout the world. The preface - encomium
written by critic Judith Horne beautifully describes this strikingly original book."It is rare to find in
the literary field a book which expresses so many concepts in poetry, which illuminates the achievements of all men throughout time and, just as rare to see, in the figurative field a collection of paintings which illustrate everything which has been said by the author in a poetic key . . . an extremely newtopic like that which concerns the conquest of the moon by man."It is this which binds,
structurally, the two artists . . . linked togeter by a profound admiration for the most recent spacial conquests and by all the victories obtained in the cosmos by American scientists and colossal organizations."

The idea of "... when the roosters crow . . . " was born in 1970 at the window of a building in New York, from which the poet and painter watched. The America they were visiting was
under a spell of conquest of the moon, the same moon they watched as it glowed over a country that dared to reach it. The poet and painter saw in America also a world of sacrifices and loneliness,
problems. When they returned to the poet's native country, Calabria, in the calm and timelessness of a quiet coast, the idea of America with its frightening differences took on in retrospect a dimension that could be accepted in a land where roosters still crow. The result — a book written arid painted in perfect unison — wants to sing the myth of going ahead. Binni asks for his task inspiration from Ancient Roman poet Lucrezio Caro and in his own Icarus voyage imprints on man's need for conquest profound and fragile sentiments felt and suffered by humanity for ages. In quoting from the poetry Judith Home comments:" '. . . outside it rains a rain which recalls the birth of the world for the new-born man . . .'"The first part where one meets the parity of human rights . . . opens faithfully
with the crowing of the roosters '. . . and roosters crow infinite goals of infinite distance in fires of light
which receive the song . . .' ,". . . when the roosters crow . . ." is the vivid subject of contemporary America: the triumph of victory re-echoes in the existence and in the certainty of a single myth, that of conquest. A real American myth, beyond that window of the infinite from which two Italian artists have
looked." The book is being presented, along with a personal show of paintings by Bruna X, on May 27at 9:30p.m. at the "Brutium" in the Palazzo del Principi Pignatelli, on Via IV Novembre 152. For those who attend, more about the authors. Bruna X is both sculptress and painter. She participates in many, artistic exhibitions in Italy, France and Greece where she has won various prizes for her
sensitive works. She has evolved through three broad phases: technology,

The cover painting has been given to President Nixon current "intensive" painting. An Italian critic has
described her works of recent years as having "immense pictorial effect and are always covered by the light of the moon." So the subject of ". . . when the roosters crow . . ," is consonant with her style.
— J. B.

Bruna X Daily American Newspaper


UN LIBRO Dl GIOVANNI BINNI

QUANDO I GALLI CANTANO

Poeta e scrittore di notevole valore. Giovanni Binni, per oltre quindici anni ha dedicato la
sua attivita' alla poesia, pubblicando scritti e saggi critici. Laureato in Scienze Politiche
presso I'Universita' di Firenze, e rnato a Cosenza nel 1932. Ha collaborate per un certo
periodo con Case cineematografiche quale soggettista e sceneggiatore di film.
Nel 1954, per i tipi della « Cooptip » di Mondena da alle stampe una raccolta di poesie dal
titolo •• Cassino 1944 », con !e quali prende parte al « Concorso poetico Citta di Cassino »
vicendolo meritatamente e con larghi elogi da parte del componenti la Giuria del Premio
nazionale.

Ritroviamo il Binni, ancora nei campo delle lettere con il volume «Il segreto del mare »,
edito da MarinelM di Bologna. II poema e dedcato dallo scrittore al grande romanziare
scomparso Ernest Hemingway. Pubblicato nel 1963, viene tradotto in tedesco dall'Editrice
Wagaboud di Monaco. Nel 1965, presso I'Editoriale Nettuno presenta « Hello!! », che va
considerata l'opera poetico-teatrale del poeta forse piu sentita ed accolta con vivo e favorevole
giudizio del pubblico e dalla critica, tanto da otteneer di essere trasmessa da una delle piu
importanti stazioni televisive Venezuelane.

II 1966 e' per lo scrittore il periodo di maggior vena artistica: da alle stampe « Ciak », film in
poesia, edito da « la scapigliatura nuova Editrice » ed esce  contemporaneamente con il
lungo racconto « La pittrice verde ». Sono trascorsi ormai due anni quando « esplode »,
recensito favorevolmente con « poesie a Jsamar »; si ripresenta ancora al suo pubblico con
« il rnio spirito per il tuo Amore », dopo il successo che aveva ottenuto l'anno prima con la
opera "Il mio blue a Jasmar.

In questi ultimi tempi Binni sta ultimando un poema epico-storico: "La frontiera del sole"
che e' poi la storia degli Stati Uniti D['America, del periodo della conquista dell' Oragon
a quello dell'affascinante conquista della luna. Sin da giovanotto Binni, si era interessato al
problema di questo nuovo continente e tutte leggende della terra dello zio Sam, lo avevano
attratto.

Ora Binni ha voluto girare in lungo e in largo i tanti Stati di quella grande feerazione che e
I'America, riuscendo ad avvcinare, nomi oramai legati allo storico « periodo lunare », quali
Von Braun, Armstrong, Aldirn e I'italo-americano Collins e poi Rocco Petrone, alto funzion-ario del personale direttivo della NASA, per terminare al Dott. Cardiello della segreteria del Presidente Nixon, il quale lo ha introdotto nella fascinosa resiclenza della Casa Bianca ,al cospetto dello stesso Nixon, che si e vivamente complimentato con lo scrittore italo-americano Giovanni Binni.

Di ritorno dagli Stati Uniti, jl poeta ha dato di recente I'annuncio della stampa del suo prossimo volume da! titolo: « Ouando i galli cantano » che e la storia del.la conquista della luna in chiave poetica, improntata ad un heosimbolismo di autentica ispirazione statunitense. II volume edito dall'Agenzia Giornalistica « Euroexpress » sara presentato presso i Saloni .dall' Ambasciata Americana in Roma.

La copertina, raffigurante tie giganteschi galli metallici, ed alcuni disegni che saranno nell'interno di questo senzazionale « best-sellers » sono illustrate dalla nota pittrice-scultrice Bruna X, artista d'avanguardia, creatrice dell'arte figurativa tecnologica in fase fantastica, proiettata verso il futuro.

L'accostamento del due validi Artisti, per la prima volta insieme in questo durissimo lavoro, e'
senza dubbio motivato dal fatto che essi usano uno stesso linguaggio ultramoderno che si
riscontra in ogni loro manifestazione.

Parlando della scultrice Bruna X, un noto critico ha infatti scritto: « La giovane pittrice-scultrice, ci riconduce con le sue opere all'intima essenza dei canoni della antica arte Maja e Atzeca ».

Binni dal canto suo, con il suo neosimbolismo di « Quando i galli cantano », ci fa riandare con i ricordi al « cantico » di San Francesco o alle « Odi » di Jacopone da Todi, per ultimo ci fa riandare con il cuore e la rnente alle meraviglie dell' Universo.

Delia pittrice-scultrice Bruna X, pressntiamo una composizione che fa parte della Co!iez!one di Mr. Peter Cardiello di New York. Artista di notevole fama, Bruna X, nelle sue opere lascia trasparire una chiara estrinsecazione figurativa (anche se trattata realisticamente). II suo mondo pittorico e un mondo di macchine ancora sconosciute che ci parlano gia del futuro. Bruna X esegue anche sculture in pietra e in legno che unitamente ai bassorilievi ornano note ville delle piu note citta' e spiagge dei mondo. Nel lavoro di questa valente artista c'e sicurezza del tratto e una grande passione nella esecuzione dei dettagli dell'opera.

di OSVALDO MORRIS

.

La scultrice Bruna X, che vediarno neila foto dinanzi ad una sua recente opera, e' assieme al poeta Giovanni Binni, del quale ha illustrato il volume "Quando i galli cantano" edito dalla Euroexpress.

Plebiscitario alla pittrice Bruna X

Mercoledi, 1 marzo 1972
 

Presso II Centro di Cultura «Pensiero ed Arte»

Plebiscitario ((omaggio))
alla pittrice «Bruna X))
 

In occasione di una breve permanenza a Bari, dove e' in atto presso il « Centro
Italiano di Cultura Pensiero ed Arte » una sua interessantissima personale,
la pittrice Bruna X (flglia naturale di Pablo Picasso), e' stata ricevuta dal
Presidente della Regione Puglia Avv. Gennaro Trisorio Liuzzi, dal Senatore Vito
Rosa, dal Sindaco di Bari Avv. Nino Vernola e dell'avv. Antonio Ricco, Presidente
dell' E.P.T.

 
La pittrice, che era accompagnata dal critico d'arte Lello Spinelli, ha offerto loro
una copia del volume « ...quando i galli cantano... », unico libro di due italiani,
che il 16 Aprile p.v., poche ore prima della partenza dell'Apollo 16 da Cape Kennedy,
verra' consegnato — per decisione della NASA — al comandante John W. Young,
per depositarlo sulla luna.

Nel corso dell'incontro col Presidente deU'E.P.T., la pittrice — della quale la stampa
mondiale si e ampiamente interessata ed ultimo, in ordine di tempo, l'ampio servizio
in esclusiva dedicatole dall'Illustree' di Losanna -ha illustrato le tappe piu significative
della sua carriera artistica sottolineando e dicendosi lieta che una sua Personale,
presentata — com'e noto — dal critico d'arte Lello Spinelli, le abbia offerto l'occasione
di visitare la nostra citta' nella quale non manchera' di ritornarvi per scoprirvi ed assapo-
rarne le bellezze.

Prima dell'inaugurazione della mostra, Bruna X ha tenuto una conferenza stampa nella
quale ha illustrato i suoi «progetti futuri» dalla mostra che terra' in Svizzera con l'intervento
di Neil Armstrong a quella negli Stati Uniti d'America (una sua opera « ...quando i galli
cantano...» fa parte della collezione privata del Presidente americano R. Nixon).
 
Indubbiamente la presenza di « Bruna X» al Centro Italiano di Cultura Pensiero ed
Arte
di Via De Rossi 13, costituisce oltre ad un fatto di eccezionale livello mondano (la
pittrice si dice flglia del celebre pittore Pablo Picasso), anche ed essenzialmente un fatto
artistico essendo l'unica ad aver rappresentato, in una serie di 25 dipinti, la prima impresa
spaziale dell'Apollo 11.
La Mostra e stata inaugurata, alla presenza delle maggiori autorita' cittadine e di un vastis-
simo stuolo di invitati, dal Sottosegretario alla Difesa On. Vito Lattanzio il quale ha messo
in rilievo l'interessante attivita' che svolge il Centro di Cultura « Pensiero ed Arte» fondato
nel 1956 dall'Accademico Gino Spinelli de' Santelena, Presidente, elogiandone la fattiva ed
encomiabile attivita di critico e giornalista, ed ha avuto parole di compiacimento per Bruna X
e Giovanni Binni per la loro notale fatica.

L'on. Lattanzio, inoltre, ha fatto pervenire al Presidente del Centro Italiano di Cultura « Pen-
siero ed Arte», il seguente telegramma: « Prof. Gino Spinelli de' Santelena — Bari. Nel rin-
novarti le mie piu vive espressioni augurali per la nuova Galleria del Centro di Cultura «Pen-
siero ed Arte» inaugurata ieri desidero esprimerti mio sentito apprezzamento per appassionata
opera che da tempo dedichi all'arte con lusinghieri risultati stop.
Con stima di sempre invioti cordiali saluti ed ossequi at gentile Consorte. Vito Lattanzio ».
Frattanto e' in opera la manifestazione per l'assegnazione dei premi per il concorso poetico
« Targa d'Oro Pensiero ed Arte 1971» che si svolgera' nella Sala Consiliare dell'Amministrazione
Provinciale. 

Nietta Castrin

Ceremonia Bruna X

ALLA GALLERIA D'ARTE ' L'ETRUSCA DI ROMA

Cerimonia quasi... abruzzese per rOmaggio a Ungarelti" A Mangiarelli di Sulmona il prime premio di poesia; a Brna X di Vasto e Ulderico Margani di Balsorano il premio di pittura — Promotore deli'iniziativa e stato Brunetoe Fantauzzi delta Valle RovetoFlash sulla cerimnnia commemorativa di Giuseppe Ungaretti. Si notano. da sinistra, Brunetto Fantauzzi, lo sorittore Gianni Binni, il coiffeur Tony e la pittrice Bruna X

Insigni personalita' della letteratura, dell'arte, della cultura is. dello spettacolo, hanno preso parte allacerimonia di commemorazione in onore del 'grande poeta scornparso Giuseppe Ungaretti, tenuta nei locali della galleria d'arte "L'Etrusca", e promossa dal poeta Brunetto Pantauzzi
presidente del Comitato Internazionade Arte e Cultura di Roma. Di Ungaretti, Uomo e Poeta, ha parlato diffusamente il prof. Sandro Paparatti, :illustrandone la vita e le opare, aiutandosi con dipinti meravigliosi della pittrice Lilliana Mariotti che ha commentatoe pittoricamente le poesie piu' belle del Poeta.

Alia presenza di Mons. Pietro Sfair e del dott. Lafragola, genero del poeta Ungaretti, e di un folto pubblico sono stati premiati i vincitori del " Il Premio Internazionale di Poesia Omaggio a Ungaretti"II primo premio exaequo e' stato assegnato ai poeti Raffaella Mangiarelli di Sulmona e Michele Cennamo di Roma. II 2° e il 3° premio sono andati a Anna Maria Pietravalle e Vittorio Fava.  

II poeta Brunetto Fantauzzi (aquilano di nascita) ha offerto ai presenti, il libro "Un Mondo d'amore" (gia esaurito dopo pochi giorni dall'uscita), ispirato da alcune poesie di Ungaretti. Duxante la cerimonia sono stati, inoltre, consegnati a numerosi ospiti d'onore, appartenenti al mondo della Cultura e dell'Arte,  riconoscimenti inerenti la loro attivita'; per la letteraura: il poeta Dieco Calcagno, lo scrittore Paolo Diffidenti e il poeta Gianni Binni; per lo spettacolo: il regista Mino Guerrini, I'attrire greca Sophia Kammar, il M.o Wolmer Beltrami, I'attore Tony Kendall e - il pressagent Saro Curto.

Per il giornalismo: il dott.Costanzo Costantini, redattore di un noto quctidiano, per avere condotto numerose inchieste giornalistiche sui problemi di palpitante attualita'; per 1'arte: Bruna X di Vasto,Liliana Mariotti, Ulderico Margani di Balsorano e Tonino Cardenuto; per la Alta Moda: il Coiffeur Tony al Parlamento, ideatore delle acconeiature zodiacali, e il couturieur Giuseppe Perri. Presentava Silvano Stalli.

Domenica, 20 Maggio 1973
                                        CRONACHE REGGIANE
Vernice alia mostra
della pittrice "Bruna X"
La giovane artista, pittrice e scultrice Bruna, che ama ancora usare lo pseudonimo di Bruna X
in luogo del cognome Ciarrocca, legittimamente appartenentele oggi, dopo la sentenza del
Tribunale che la dichiara figlia di Elisabetta Ciarrocca, ha ieri pomeriggio inaugurato la sua prima
esposisione nella sala del palazzo del Capitano del Popolo.
Lo sguardo, che forzalamente frettoloso, abbiamo potuto dare alle opere esposte, ci ha rivelato una
forte vigorosa personality, artistica che abbina rara suggestivita' a raffigurazioni di fantasia.
Certo e' pero' che la pittrice, attraverso arditi accostamenti cromatici, rivela un sense di drammaticita
incisiva sia nelle sculture sia nelle pitture, in modo da fare pensare ad una innata vocazione.
Tra i presenti gentilmente accolti dalla pittrice,  dall'avv. Galileo Conti (il quale I'ha assistita nella
vertenza per il riconoscimento della maternita' erano alcuni magistrati del Tribunale, il dott.Soda,
il dott. Beviacqua, il dott. Scarpetta sostituto procuratore, della Repubblica, I'avv. Cataliotti,
Lino Beccaluva, artisti, personalitd vanrie e molte eleganti signore.

G. F.

.

.

english-language site
sito in italiano

 

 
     Galleria Bruna X

     

     
      

   
   

 © 2013 Fondazione Bruna X/All Rights Reserved